primariainterattiva_alessiafavata

Primaria Interattiva: il sito creato da un’insegnante

Un sito web ricco di esercizi e progetti speciali come alleato degli insegnanti che vogliono proporre un metodo di apprendimento nuovo e divertente. Ecco come nasce Primaria Interattiva.

Con alle spalle 12 anni di insegnamento, Alessia Favata ha ben chiari quanti e quali cambiamenti ha dovuto subire la metodologia didattica negli ultimi tempi. Insieme alla sua amica Laura Zeminian, esperta del mondo web, hanno dato vita a Primaria Interattiva, un sito pratico per insegnanti che cercano nuovi materiali da proporre agli alunni dalla prima alla quinta classe primaria. Le materie presenti sono italiano, matematica, storia, inglese, geografia, musica e scienze.

Ciao Alessia, come nasce l’idea di Primaria Interattiva?

“L’idea nasce durante il lockdown iniziato nel marzo 2020 e viene tuttora portata avanti. Quest’anno sia insegnanti che alunni ci siamo dovuti adeguare a un nuovo tipo di scuola a causa della pandemia da Covid-19. Ho avuto finalmente l’occasione di mettermi davvero in gioco nell’adottare strategie innovative”.

Quindi hai visto nella didattica a distanza un'opportunità di cambiamento per la scuola?

“Esatto. Se in passato la scelta erano sempre schede da stampare, la DaD ha dato l’occasione per “creare” le mie lezioni. Mi sono ritrovata a ideare giochi e schede didattiche interattive, montare presentazioni e registrare lezioni. Mi sono divertita e con me anche i bambini che non sentivano il peso del lavoro e hanno accolto positivamente il cambiamento”.

Com’è stata accolta l’idea dagli studenti? E dagli altri docenti?

“I bambini hanno accolto benissimo questa iniziativa preferendo questo metodo alle classiche lezioni con schede da stampare.
Anche altri insegnanti, e non solo quelli dell’Istituto Comprensivo Borsi di Milano dove insegno materie in ambito linguistico, hanno deciso di utilizzare le risorse disponibili sul nostro sito web“.

La cosa più bella che hanno detto gli allievi?

“Non si riesce a rispondere facilmente a questa domanda perché ci sono frasi che colpiscono il cuore, sorrisi che ti sciolgono letteralmente”.

Il vostro sito è veramente bello e facile da usare...

“Sono sempre stata attratta dalle nuove tecnologie a scuola, ma credevo servissero competenze particolari dal punto di vista informatico. Ho scoperto che non è così”.

Con impegno e buona volontà, si possono raggiungere risultati inaspettati

Cosa hai imparato da questa esperienza interattiva?

“Proprio all’inizio di questo anno scolastico, a settembre, ho ricominciato con un ripasso per riprendere il programma da dove lo avevamo interrotto. I bambini, dopo un’ora di esercizi e nonostante fossero stanchi, mi hanno chiesto di lavorare nuovamente sul sito Primaria Interattiva. Ecco ho capito che quel tipo di attività è funzionale perché i bambini credono davvero di giocare e lo studio diventa così divertente.

Autore: Palma Puglisi